Caltanissetta – Il Castello di Falconara trae origine da una torre del ‘300 che veniva utilizzata per l’allevamento dei falconi per la caccia. Re Martino d’Aragona assegnò la torre a Ugone de Satapau di Butera discendente della nobile famiglia catalana degli Ademar. Con il matrimonio di Ponzio Santapau con Isabella Branciforti di Mazzarino passa ai principi Branciforte che lo trasformano in castello. Nei primi dell’800 divenne proprietà del conte tedesco Giorgio Wilding che lo ebbe in dote dalla moglie Caterina Branciforti, figlia dell’ultimo principe di Butera. A metà ‘800 il conte, rimasto vedovo, fece ritorno in Germania e vendette il castello al barone Antonio Chiaramonte Bordonaro e da questi passò al nipote barone Gabriele Chiaramonte Bordonaro Alliata. All’interno del castello si trovano molti trofei di caccia conquistati dal barone Gabriele nei numerosi safari in Kenya. Attualmente è  di proprietà dei baroni Roberto e Antonella Chiaramonte Bordonaro ed è disponibile per ospitalità e soggiorni (3 camere con letto matrimoniale) e come location per eventi. MyCastle.it e il principe Emanuele Filiberto di Savoia propongono i due tour “La Sicilia del Gattopardo” e “La Sicilia dei Baroni”, per conoscere l’isola in modo esclusivo e unico. Il primo per visitare le più belle dimore e residenze storiche, il secondo per rivivere l’atmosfera del Gattopardo il romanzo scritto da Giuseppe Tomasi di Lampedusa e dal quale è stato tratto l’omonimo film diretto dal regista Luchino Visconti. Il Tour è promosso in Cina da Sovrana Viaggi di Roma.